Ci vediamo al Cineclub. Gli anni dei Circoli del Cinema: l’esperienza di Como

Teatro Sociale Como. Sala Pasta

Lunedì 3 dicembre 2018, ore 18

Ci vediamo al Cineclub. Gli anni dei Circoli del Cinema: l’esperienza di Como

Un libro di Alberto Longatti presentato da Alberto Cano

Edizione NodoLibri

Seguirà la proiezione di “Il diavolo in corpo” film di Claude Autant–Lara (1947)

Presentato a Como nel 1954

 1896: nel foyer del Teatro Sociale avviene la prima proiezione cinematografica a Como. Lunedì 3 dicembre 2018 ricordiamo quello storico evento e l’attività del Cineclub.

Tutti siete invitati. Ingresso libero.

__________

Alberto Longatti, Ci vediamo al Cineclub. Gli anni dei Circoli del Cinema: l’esperienza di Como

Nel 1950 un gruppo di giovani entusiasti portò a Como il Circolo del Cinema (già presente in altre città e riconosciuto con una Federazione a livello nazionale dal 1947). L’esperienza durò fino al 1960 e svolse nel panorama culturale dell’epoca un ruolo importante, contribuendo a formare, in una città che fin dagli albori della settima arte aveva mostrato un notevole interesse verso il cinematografo, un pubblico attento e preparato, disposto a conoscere da vicino i film classici e quelli attuali, provenienti dalla cultura nazionale o da quelle forestiere.

Nel periodo di maggiore diffusione del cinema (il 1955 è l’anno in cui in Italia “si staccarono” più biglietti), il Circolo del Cinema di Como si impegnò per la conoscenza di un linguaggio comunicativo con forti caratteri di modernità e per la diffusione delle sue espressioni di qualità.

__________

INDICE

Premessa dell’editore

Ci vediamo al Cineclub di Alberto Longatti

A colloquio con Morando Morandini

Ricordi di cinema

Nascita e chiusura di un circolo

Filosofia (e ideologia) da cineclub

L’avvento di una nuova fenomenologia

Un altro modo di fare (e conoscere) cinema

Quegli anni ruggenti

Intervista ad Alberto Longatti di Giorgio Cavalleri

Documenti e immagini

1950 – Anche a Como un Circolo del Cinema

1952 – Il Circolo del Cinema di Como

1954 – Vita e storia dei Circoli del Cinema

Il libro è completato da una serie di immagini

______________

Il 16 dicembre 1896 vive un evento che trasformerà la narrazione, una novità di cui si parlava, ma che pochi avevano visto: è il cinematografo o ovvero le figure in movimento. Una vera rivoluzione.

Quella sera di 123 anni fa, il pubblico comasco affolla il Teatro Sociale; lo spettacolo si concretizza nel foyer. Il successo è enorme.

Da quella prima rappresentazione il film si evolve, diventerà sonoro, crescerà ai livelli dell’arte e catturerà sempre nuovi appassionati.

Anche a Como. 

Nel 1950 si costituisce un cineclub  (tra i primi in Italia) che conta oltre 200 soci. Le proiezioni si organizzano nei piccoli cinema disponibili poi al San Filippo. Non mancano contrasti con la censura che prima vieta poi consente (ma in lingua originale) la visione del film “maledetto” diretto da Claude Autant–Lara nel 1947 “Il diavolo in corpo”.

È un grande successo che, tra tante avventure, Alberto Longatti (un protagonista di quelle vicende), racconta nel suo ultimo libro “Ci vediamo al cinema” edizione NodoLibri.

Le racconta al Teatro Sociale insieme ad Alberto Cano che idealmente – e mezzo secolo dopo – ha ripreso lo spirito dei pionieri della cinematografia comasca portando il cinema costantemente e con passione nel sistema culturale del territorio.

 

 

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi