Saggio corso di Danza Contemporanea

Sabato, 26 maggio 2018 – ore 20.30

POLVERE DI STELLE

Direttrice della scuola e coreografa  Arianna Bracciali

Cantante attore Lorenzo Tognocchi

Vibrafonista Clara Zucchetti

Costumi  Anastasia Crippa

 

con Caterina Ambrosini, Martina Ambrosini, Sibilla Boselli, Safia Bouziani, Ottavia Bramanti,  Federica Capuano, Charlotte Carobbio, Valentina Caruso, Ludovica Cassina, Giorgia Coniglio, Maddalena Consonni, Vittoria Conti, Emma Corbetta, Francesca Cornacchia, Federica De Santis, Isabella Farina, Alice Fasola, Nicole Fregapane, Stefania Garbagnati, Valentina Geissler, Chiara Gengotti, Alessia Guerrieri, Linda Imperiali, Elena Levati, Valentina Levrini, Gloria Magistro, Asia Manzi, Amalia Micheroli, Dasha Mikhaylova, Alessia Orlando, Arianna Orlando, Chiara Pandolfi, angelica Perretta, Eleonora Ruggiero, Maria Bianca Ruggiero, Chiara Santoni, Anna Sica, Letizia Terruzzi, Lavinia Togni, Magda Tsymbalista, Maraiah Kris Velasco, Veronica Violante, Juliane Zannoni, Sofia Zocchi

 

Questa sera intraprenderemo un viaggio nell’universo che ci accompagnerà ad una verità tanto universale quanto intima, tanto misteriosa quanto rivelatrice. La curiosità di conoscere l’universo è stata l’input di questa mia ricerca per poi scoprire che, semplicemente, è stato un impulso dato dalla natura stessa dell’essere umano per il semplice fatto che dentro di noi abita un pezzo d’universo. L’astrofisica Margherita Hack dice: “ Tutta la materia di cui siamo fatti noi l’hanno costruita le stelle, tutti gli elementi, dall’idrogeno all’uranio, sono fatti nelle reazioni nucleari che avvengono nelle supernove, cioè quelle stelle molto più grosse del Sole, che alla fine della loro vita esplodono e sparpagliano nello spazio il risultato di tutte le reazioni nucleari avvenute al loro interno. Per cui noi siamo veramente figli delle stelle.”

C’è una parte dell’astronomia legata ai miti e alle leggende. Questa sera le allieve interpreteranno il mito di sorella celeste, mito pellerossa legato alla danza e alla corona boreale. Un ringraziamento di cuore al Planetario di Lecco e in particolare a Loris Lazzati (giornalista, scrittore e divulgatore scientifico) per avermi accompagnata in un viaggio verso mondi nuovi.

Spiega Loris Lazzati: “Più guardi lontano nell’universo più torni indietro nel tempo” e definisce l ‘astronomia l ‘unica scienza in cui si possa studiare il passato in diretta.

Vi auguro un viaggio suggestivo nella bellezza della danza, pulsante e viva tanto quanto l’universo che ci ospita che batte si rinnova e vive in noi.

 

 

 

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi