Saggio delle Scuole di Musical-Theater e Danza Contemporanea

  • PROGRAMMA SAGGI_MUSICAL_Pagina_2

Saggio delle Scuole di Musical-Theater e Danza Contemporanea del Teatro Sociale di Como

sabato, 27 maggio 2017 – ore 20.15

MARY POPPINS & MAMMA MIA!

Insegnante canto Rossella Liberti

Insegnante danza Arianna Bracciali

Insegnante teatro Pia Mazza

con Giorgia Coniglio, Vittoria Conti, Matilde Danielli, MC Hymns Dell’Orto, Giulia Fontana, Carolina Frangi, Chantal Giovanola, Aurora Grassi, Gaia Guazzoni, Arianna Isola, Beatrice Lando, Gaia leoni, Amalia Micheroli, Nausicaa Penuti, Matilde Pezzati, Polina Timofelva, Sofiya Timofelva, Juliane Zannoni, Sol Zanetti

Mary Poppins è la tata più famosa della storia del cinema, portata sul grande schermo nel 1964 dalla creativa genialità di Walt Disney. È una tata magica che arriva in una casa londinese ad occuparsi di due bambini molto vivaci e irriverenti, ma un po’ trascurati dai genitori. Mary Poppins, insieme allo spazzacamino Bert, farà vivere ai bambini numerose avventure incredibili e divertenti e riavvicinerà i genitori ai propri figli, facendo loro comprendere il vero valore della famiglia. Numerosi furono i Premi Oscar per questo film, e se ne aggiudicò uno anche la famosissima canzone Cam-caminì , che eseguirà il gruppo dei piccoli.

Il musical Mamma mia!ha raggiunto il massimo della popolarità dopo la sua trasposizione cinematografica del 2008, che vede come protagonista la bravissima Maryl Streep. La particolarità di questo musical è che non ha una colonna sonora originale, bensì composta da canzoni già esistenti del gruppo musicale pop svedese Abba, molto celebre negli anni ‘70. E’ interessante come le canzoni si inseriscano perfettamente nel contesto del racconto, tanto da farle sembrare scritte appositamente. La vicenda narra di una ragazza prossima alle nozze, che non ha mai saputo chi fosse suo padre; dopo la lettura di un diario segreto della mamma, scopre che esistono tre uomini che hanno avuto una storia d’amore con lei e perciò, li invita tutti e tre al suo matrimonio, all’insaputa della madre, per scoprire chi possa essere il suo vero padre. L’arrivo dei tre porterà forti emozioni e grande batticuore soprattutto per la mamma della ragazza. La storia si conclude con la paternità ancora ignota, ma a nessuno dei tre uomini importerà quale sia la verità: tutti e tre saranno felici di far parte della vita della giovane. Il clima festoso e il fascino di un’isola greca garantiranno un lieto fine per tutti. Il gruppo delle grandi eseguirà Mamma mia!, mentre il brano Voulez-vous verrà interpretato da tutte le allieve del corso.

 

sabato, 27 maggio 2017 – ore 21.00

METAMORFOSI

Direttrice della scuola e coreografa Arianna Bracciali 

Attrice Alice Pavan

Pianista compositore Alessandro Martire

Costumi Ana Diaz Diaz

con Caterina Ambrosini, Martina Ambrosini, Rebecca Binda, Sibilla Boselli, Safia Bouziani, Ottavia Bramanti, Camilla Bressan, Federica, Capuano, Charlotte Carobbio, Valentina Caruso, Ludovica Cassina, Maddalena Consonni, Francesca Cornacchia, Sophia Dell’Oersina, Glenda Drogo, Isabella Farina, Nicole Fregapane, Valentina Geissler, Chiara Gengotti, Patricia Gorbatovschi, Giorgia Grammatica, Camilla grasso, Alessia Guerrieri, Elena Levati, Cecilia Limonta, Valeria Livio, Gloria Magistro, Alessia Orlando, Arianna Orlando, Marta Pellegrini, Angelica Perretta, Isabella Religioso, Maria Bianca Ruggiero, Eleonora Ruggiero, Anna Sica, Lavinia Togni, Lucrezia Togni, Maraiah Kris Velasco, Veronica Violante, Sofia Zocchi

Il  presentimento più forte di ogni sapere trascina verso il molto lontano, verso il segreto là nascosto. Esso vuole confermarsi nel ritrovamento, nella scoperta, nella rivelazione. In sostanza, il contatto con l’inesplorato attira più del profitto e porta passo per passo, come al centro di città tante volte distrutte e ricostruite, alla placenta dei cambiamenti. Se l’opera della Metamorfosi stupisce e rende felici non è a causa delle trasformazione, bensì grazie a ciò che muta dentro e dietro di sé.  Ernst Junger
Ho voluto inserire letture della Divina Commedia per sottolineare che forse gli interrogativi dell’uomo quotidiano non sono così lontani da quelli di Dante. Un viaggio danzato, raccontato con quest’arte dove l’essere umano si ritrova totalmente impegnato corpo, cuore e spirito. Il bambino nato danzante ha già tutti i codici per leggere la natura dell’uomo e rimanerci attaccato nella metamorfosi della vita. L’essere umano potrebbe appiccicarsi addosso tutto quello che ha sognato, vissuto, che appartiene alla sua memoria antica, e lottare vestito di un’intima armatura contro il frastuono e la disumanità.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi