Verdi leggi Verdi

16 febbraio, ore 10.30 e 20.30 – Sala Bianca del Teatro Sociale di Como

Interprete di Giuseppe Verdi Massimiliano Finazzer Flory

Con accompagnamento al pianoforte della pianista giapponese  Yuna Saito

In collaborazione con l’Accademia del Teatro alla Scala

Un tour regionale che promuove l’Anno della Cultura in Lombardia e in Italia dedicato a Giuseppe Verdi nei Conservatori lombardi, nella Scuole Civiche e nei luoghi d’arte con teatro, musica, letteratura e costumi con lo spettacolo “VERDI legge VERDI”.

Diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory in collaborazione con Regione Lombardia, l’Accademia del Teatro alla Scala e con il patrocinio della Casa di Riposo Giuseppe Verdi di Milano. Questo progetto inedito e che debutta con questo format per la prima volta unisce l’intrattenimento con l’educazione promuovendo sul territorio i luoghi della formazione musicale offrendo una partecipazione gratuita attraverso lo spettacolo all’arte del teatro.

L’OPERA

Finazzer Flory in quest’opera allestisce e interpreta la biografia di Giuseppe Verdi dando voce e volto, a pensieri e lettere originali di Verdi in prima persona, con uno straordinario make-up. Il Verdi in scena racconta la sua vita dall’infanzia. È un unico racconto in nove episodi intervallato da una selezione dei suoi brani più celebri.

Il titolo “Verdi legge Verdi” è un omaggio a tre grandi autori amati da Verdi in particolare Alessandro Manzoni con i suoi Promessi sposi e vuole essere una duplice lettura tra Verdi e sé stesso nell’ottica psicologica della ricerca del rapporto tra la figura del padre e del figlio.

Verdi si racconta attraverso:

la sua famiglia, la prima spinetta, la sua formazione, il Conservatorio. Il suo rapporto con la musica e Wagner, i librettisti come Arrigo Boito i suoi consigli a un giovane compositore e ai cantanti. La sua relazione con Milano e l’Italia, la sua esperienza di deputato. Il suo punto di vista sull’arte, sulla musica. Il suo giudizio del pubblico e l’incontro con i direttori in particolare Toscanini. La sua relazione con Shakespeare con commenti e le sue verità su Otello Macbeth e Falstaff. Il dietro le quinte: Rigoletto e Traviata. I suoi libri amati Dante Alighieri e I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni: impeto e bisogno del Requiem! Con breve ricordo di tutte le sue opere dall’Oberto al Falstaff. Il suo rapporto con Parigi, Londra, l’amore per la natura.

INGRESSO LIBERO

Scarica qui la Presentazione

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi