Arena

  • arena il cantiere del 1938
  • arena primi ’900
  • IMG_1377
  • IMG_2900
  • IMG_3982
  • cantiere restauro facciata 2010_8

La Società dei Palchettisti del Teatro Sociale ha affrontato in anni recenti il delicato tema del restauro della facciata meridionale, opera dell’architetto Luigi Canonica che concluse la “fabbrica del teatro” nel 1819.
Nel 1938 con la costruzione del “Teatro Arena all’aperto”, come definito nelle cronache dell’epoca, l’ingegner Carlo Ponci aveva ridefinito i rapporti scenici e compositivi tra l’edificio e l’arena; il corpo organico in cui il palcoscenico era compreso tra due platee, una interna e una all’aperto, era stato cancellato e al suo posto c’erano due teatri contrapposti e funzionalmente autonomi.
La nuova struttura in cemento armato, formata da un palcoscenico coperto e dalla sua gradinata, si estendeva fino alle mura lungo via Indipendenza; nella costruzione non aveva in alcun modo rispettato la facciata originale devastandone i caratteri tipologici ed architettonici.
Da subito la struttura, anche a causa della guerra, non riuscì a riscuotere il successo desiderato e negli anni ’60 era ormai inutilizzata da tempo, tanto che nel 1970 le gradinate vennero demolite ad opera dell’amministrazione comunale per far posto all’attuale parcheggio. Nel 2010 è stato demolito il palcoscenico coperto “riportando alla luce” la facciata, oggi restaurata che possiamo ammirare.
Nel giugno 2013 è stata inaugurata la nuova Arena, per accogliere spettacoli, concerti ed eventi durante i mesi estivi.
Capienza massima: 1500 persone sedute, 3000 persone in piedi.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.teatrosocialecomo.it utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi