Ottobre

18

Gio

19

Sab

Stagione Notte

Audizioni Coro 200.Com

ore 10:00

Info

20

Dom

Stagione Notte

Aspettando...La Sonnambula

ore 11:00

Info

21

Lun

22

Mar

23

Mer

24

Gio

Stagione Notte

La Sonnambula

ore 20:00

Info

25

Ven

26

Sab

Stagione Notte

La Sonnambula

ore 20:00

Info

27

Dom

Stagione Notte

Sulutumana in concerto

ore 20:30

Info

Stagione Notte

Aspettando...Macbeth

ore 11:00

Info

28

Lun

29

Mar

30

Mer

31

Gio

Stagione Notte

Macbeth

ore 20:00

Info

Stagione Notte

Macbeth. Ovvero un racconto narrato da un idiota che non significa nulla

ore 18:30

Info

Stagione Notte

Racconti mostruosi

ore 17:00

Info

Novembre

01

Ven

02

Sab

Stagione Notte

Macbeth

ore 20:00

Info

03

Dom

Stagione Notte

Voglio la luna

ore 16:00

Info

Fuori Stagione

Ciclo integrale delle Sonate per pianoforte di Schubert - II

ore 20:30

Info

04

Lun

05

Mar

06

Mer

Stagione Notte

De Rossi Re/Spinosa

ore 18:30

Info

07

Gio

Stagione Notte

Crossroads to synchronicity

ore 20:30

Info

08

Ven

Stagione Notte

Queenmania Rhapsody

ore 20:30

Info

09

Sab

Stagione Notte

Queenmania Rhapsody

ore 20:30

Info

Opera domani

Opera Education Experience

ore 09:00

Info

Opera domani

Opera Education Experience

ore 09:00

Info

10

Dom

Stagione Notte

Opera Education Experience

ore 10:00

Info

Stagione Notte

Matthieu Mantanus, Filomena Moretti, Orchestra 1813

ore 17:00

Info

11

Lun

12

Mar

13

Mer

14

Gio

15

Ven

16

Sab

17

Dom

Stagione Notte

Armonia e simmetrie

ore 11:00

Info

Opera meno9

Opera meno 9 - Edizione 2019/20

ore 11:00

Info

Opera meno9

Opera meno 9 - Musica e movimento - Como

ore 11:00

Info

18

Lun

Stagione Notte

Incontro con Filippo Timi

ore 18:30

Info

19

Mar

20

Mer

Stagione Notte

Skianto

ore 20:30

Info

Stagione Notte

Andrea Mannucci

ore 18:30

Info

21

Gio

Stagione Notte

Skianto

ore 20:30

Info

22

Ven

Orchestra in gioco

Ottavio Dantone e l'Orchestra Haydn

ore 20:30

Info

Orchestra in gioco

Ottavio Dantone e l'Orchestra Haydn

ore 20:30

Info

23

Sab

Stagione Notte

Shine! Pink Floyd Moon

ore 20:30

Info

24

Dom

Stagione Notte

Aspettando...Aida

ore 11:00

Info

Opera meno9

Opera meno 9 - Edizione 2019/20

ore 11:00

Info

Opera meno9

Opera meno9 - Respirazione, vocalizzazione e canto prenatale - Como

ore 11:00

Info

25

Lun

Stagione Notte

Barbablu 2.0

ore 20:30

Info

26

Mar

27

Mer

28

Gio

29

Ven

Stagione Notte

Aida

ore 20:00

Info

30

Sab

Dicembre

01

Dom

Stagione Notte

Aida

ore 15:30

Info

Opera meno9

Opera meno 9 - Edizione 2019/20

ore 11:00

Info

Opera meno9

Opera meno9 - Vibrazioni dal vivo - Como

ore 11:00

Info

02

Lun

Fuori Stagione

An evening with Manuel Agnelli

ore 21:00

Info

03

Mar

04

Mer

05

Gio

Stagione Notte

Arturo Brachetti in SOLO. The legend of quick-change

ore 20:30

Info

Stagione Notte

Nicola Campogrande

ore 18:30

Info

06

Ven

Stagione Notte

Arturo Brachetti in SOLO. The legend of quick-change

ore 20:30

Info

07

Sab

08

Dom

Opera kids

Il guardiano e il buffone ossia Rigoletto (che ride e piange)

ore 16:00

Info

09

Lun

Opera kids

Il guardiano e il buffone ossia Rigoletto (che ride e piange) - Como

ore 11:00

Info

Fuori Stagione

Ciclo integrale delle Sonate per pianoforte di Schubert - III

ore 18:00

Info

10

Mar

11

Mer

12

Gio

Stagione Notte

La tempesta

ore 20:30

Info

13

Ven

Stagione Notte

La tempesta

ore 20:30

Info

14

Sab

Stagione Notte

Geppi Gucciari in Perfetta

ore 20:30

Info

15

Dom

Stagione Notte

Il Lago dei Cigni

ore 20:30

Info

Stagione Notte

Il sogno da Mendelssohn a Rachmaninov

ore 11:00

Info

16

Lun

17

Mar

Stagione Notte

Storia di un'amicizia

ore 20:30

Info

18

Mer

Stagione Notte

NOA in concerto

ore 20:30

Info

Edizioni precedenti

Festival Como Città della Musica

Edizioni precedenti

Tutte le edizioni del Festival Como Città della Musica!

Edizione 2008

… Vèstiti di passione I Edizione 2008

Una città con un’antica storia musicale. Un lago che da sempre è luogo di rifugio per ‘cambiar pelle’, per distanziare il frastuono assordante di città, un’oasi di tranquillità per studiare, pensare, riposarsi. Ricordi, Bellini, Foscolo, Stendhal – solo per citare alcuni tra i nomi più noti – soggiornarono a più riprese sul Lario. Oggi come allora, il lago di Como è il ritrovo dei ‘vip’, suggestiva cornice alle vacanze estive di turisti di tutto il mondo, set di film d’amore o d’avventura. A Como, Regione Lombardia, in collaborazione con Comune di Como e Teatro Sociale di Como-As.Li.Co., promuove la prima edizione del Festival Como Città della Musica. Un festival musicale sul lago, che dell’acqua fa il simbolo di cultura viva e in movimento. Una cultura, che come l’acqua, scorre, collega, comunica, cresce…

Un Festival che contamina i generi musicali, che percorre la musica in tutte le sue forme, dall’opera lirica alla musica leggera, dal balletto classico alla musica sinfonica. Inaugurato da una sfilata di moda per dar lustro all’industria tessile e al distretto serico comasco, il Festival attraversa la città e i suoi luoghi più suggestivi: le tribune dello storico Stadio Sinigaglia, il parco di Villa Olmo, il Chiostro romanico-lombardo di S. Abbondio.

Corpi scolpiti nella luce, un coro a bocca chiusa, fruscio di stoffe, sincronia perfetta degli archi, lacrime sommesse di eroine abbandonate, fragore di ottoni…volti della passione per la musica, la danza, il teatro, le arti. La passione dell’anima di chi suona, danza, canta, dirige. La passione da indossare per ascoltarli e guardarli. Per non togliersela mai più...

 

Edizione 2009

Festival Como Città della Musica

2. Impronte di suoni

Impronte di suoni. Impronte di passi e di luci. Impronte e suggestioni di cantanti, ballerini, musicisti, tracce di strumenti, costumi, trucchi e coreografie che attraversano gli spazi della città: Villa Olmo, il Teatro Sociale, S. Abbondio, ma anche strade, vicoli, campanili, logge e piazze. Il Festival Como Città della musica, alla seconda edizione, intreccia i generi - classica, danza, musical, lirica, jazz - nelle lunghe notti d’estate. Impronte di suoni. Si diffondono leggere nell’aria, svaniscono nell’acqua, ma restano indelebili nell’anima.

Edizione 2010

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA

3. IL VELENO DELL'ARTE

La sfida si rinnova. Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna puntuale come l’estate il Festival Como Citta? della Musica, giunto alla terza edizione. Una sfida che vede in primo piano il Teatro Sociale di Como-As.Li.Co. con il Comune di Como che, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Societa? dei Palchettisti, con il sostegno della Provincia di Como, del gruppo Le- NORD, di Cariparma Cre?dit Agricole e della Regione Lombardia, Assessorato Culture, Identita? e Autonomie della Lombardia oltre che al sostegno della Fondazione Cariplo, ripropone alla citta? un luglio emozionante all’insegna della musica. Dall’1 al 18 luglio l’appuntamento e? a suon di musica e di danza.
Due le tematiche che hanno caratterizzato le scelte degli spettacoli. Da un lato il personaggio seduttivo e accattivante di Don Giovanni che sara? protagonista non soltanto dell’opera omonima ma di diversi omaggi musicali. L’altro e? il veleno dell’arte, cita- zione di Rubens al quale si rifa? parte della programmazione. Uno su tutti lo spettacolo Ninfe, filosofi e regine. Ovvero la musica ai tempi di Rubens, produzione studiata appositamente per rendere omaggio al genio del grande artista celebrato quest’anno a Villa Olmo.
Si parte dunque giovedi? 1 luglio (in replica il 4 luglio) al Parco di Villa Olmo con il capolavoro assoluto di Mozart, Don Giovanni, opera dall’immensa fortuna che ha avuto il privilegio di avere una vita scenica ininterrotta dall’Ottocento in avanti e che a tut- t’oggi conserva un fascino inalterabile. Sul palco, appositamente creato a Villa Olmo, saranno protagonisti i cantanti As.Li.Co. e l’Orchestra 1813 diretta dal giovane Oliver Gooch. La regia e? affidata a Stefano De Luca.
Martedi? 6 luglio sara? la volta del Diavolo Dance Theatre, compagnia formata da dieci incredibili artisti che sono allo stesso tempo ballerini, ginnasti, attori ed atleti. Non poteva mancare, nel ricco cartellone del festival, un travolgente concerto sinfonico. In programma due brani che, per le loro peculiarita?, hanno fatto da colonna sonora a momenti memorabili del cinema internazio- nale. L’Orchestra 1813 diretta dal m.o Daniele Rustioni, giovane direttore che sta avendo grande successo di critica e pubblico, proporra? il Concerto n. 3 di Sergei Rachmaninoff e la Sinfonia n. 5 di Beethoven. Al pianoforte, Alexander Romanovsky.
Le coreografie di Maurice Be?jart, tra le quali un Don Giovanni sulle punte, la faranno da padrona il 13 luglio, tra le poche date di una tourne?e internazionale, con un’esibizione senza pari del Tokyo Ballet, dirompente compagnia composta da 100 ballerini e considerata il primo corpo di ballo al mondo. Il prestigioso gruppo presentera? la sua duplice anima: anima poetica e guerriera, anima nostalgica e americanizzata; il sogno e la ferocia, la spiritualita? estatica e la fisicita? espressa ai massimi livelli.
Il 15 luglio ancora spazio alla musica, in scena Daniel Lanois’ Black Dub, che scelgono Como come unica data lombarda. Famoso produttore degli U2, Bob Dylan e Peter Gabriel, Lanois, arrangiando diversi strumenti, guida questo quartetto formato da Brian Blade, considerato il miglior batterista jazz vivente, da Daryl Johnson al basso e dalla bellissima Trixie Whitley con la sua voce graffiante e coinvolgente.
Le due serate di chiusura del festival (17 e 18 luglio) saranno animate da un gruppo storico ovvero i Momix, per la prima volta a Como, che per l’occasione metteranno in scena un the best of Momix imperdibile.
Com’ e? tradizione del festival molti altri appuntamenti, sparsi per la citta?, faranno da corollario alle serate di Villa Olmo. Ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali il Chiostro di Sant’Abbondio (16 luglio Ordine e follia, ovvero il Barocco tra Milano e Napoli), la splendida Villa del Grumello all’alba (11 luglio Il risveglio, coreografie di Simonetta Manara e musica dal vivo), luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte. Cosi? il 7 luglio la terrazza della Casa del Fascio ospitera? i Litiganti con il loro originale omag- gio rock al Don Giovanni e la Diga Foranea sara? l’insolito palcoscenico di Uno di uno, concerto di un musicista per uno spettatore. Non manchera? l’appuntamento dedicato ai piu? piccoli con la merenda nel bosco (parco di Villa Olmo) e Ombra di lupo, chiaro di Luna con Federica Falasconi, Claudio Milani e Beatrice Palumbo.
Altra novita? di quest’anno, segno che il festival sta crescendo, e?, come gia? accennato, il forte legame con la mostra Rubens e i Fiamminghi promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como. Legame che, oltre a valorizzare Villa Olmo, diventata ormai sede di riferimento per gli eventi culturali della citta?, vuole “trasformarla” in un’attrattiva importante per il turismo inter- nazionale. Mostra e Festival permetteranno al Lago di Como di essere polo catalizzatore del turismo culturale.

Edizione 2011

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA

4. EN PLAIN AIR

 

Dopo il successo delle precedenti edizioni torna il Festival Como Città della Musica, giunto alla quarta edizione. Una sfida che vede in primo piano il Teatro Sociale di Como -AsLiCo con il Comune di Como che, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Società dei Palchettisti, con il sostegno della Provincia di Como, del gruppo LeNORD, di Cariparma Crédit Agricole e della Regione Lombardia, Assessorato alla Cultura oltre che al sostegno della Fondazione Cariplo, ripropone alla città dall’1 al 17 luglio un festival emozionante con eventi di grande respiro all’aria aperta. 

Sulla scia dei successi delle precedenti edizioni e tenuto conto del gradimento del pubblico, anche quest’anno il festival sarà caratterizzato da appuntamenti di qualità artistica. Il Parco di Villa Olmo ospiterà il palco, appositamente creato, sul quale sarà protagonista della serata inaugurale l’Orchestra 1813, diretta da Christopher Franklin, che presenterà al pubblico due imponenti sinfonie di Ludwig van Beethoven e Pëtr Il'i? ?ajkovskij. A seguire due appuntamenti con la danza: la Spellbound Dance Company si esibirà al ritmo dei celebri Carmina Burana, mentre evento del festival sarà la prima data del tour italiano della Marta Graham Dance Company. La famosa compagnia americana presenterà i migliori pezzi del suo repertorio che hanno infiammato decine di palchi di tutto il mondo. E poi ancora danza con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala che torna a Villa Olmo con il classico Sogno di una notte di mezz’estate. Sul fronte musicale, invece, in programma l’Orchestra del Teatro Regio di Torino con celebri sinfonie d’opera. Tra i nomi illustri presenti a questa quarta edizione citiamo Enrico Rava e Uri Caine in un’insolita formazione. Il festival chiuderà con uno spettacolo imperdibile: l’unica data italiana della tournée europea di Abba Mania dove ci si potrà scatenare al ritmo delle celebri musiche firmate dagli Abba. Un tributo allo storico gruppo che permetterà al pubblico di rivivere atmosfere magiche, di cantare e di ballare.

Non mancherà uno sguardo alla musica rock con il concerto in prima nazionale della Joe Ely band che vedrà in apertura anche l’esibizione di Jill Hennessy, nota al grande pubblico per essere la protagonista del telefilm americano Crossing Jordan.

Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, sparsi per la città, faranno da corollario alle serate di Villa Olmo.  Ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come le splendide Serre di Villa Olmo, la Como Nuoto e il Caffè Pane e Tulipani. Non mancherà l’appuntamento dedicato ai più piccoli con la merenda nel bosco (parco di Villa Olmo) e Nabuccolo con Federica Falasconi, Lucrezia Drei e Annagaia Marchioro.

Molti degli appuntamenti Intorno al Festival, ispirati alle atmosfere parigine di fine secolo, sono legati alla Grande Mostra, quest’anno dedicata a  Boldini e la Belle Époque promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como. Legame che, oltre a valorizzare Villa Olmo, diventata ormai sede di riferimento per gli eventi culturali della città, vuole “trasformarla” in un’attrattiva importante per il turismo internazionale. Mostra e Festival permetteranno al Lago di Como di essere polo catalizzatore del turismo culturale.  

E come i pittori dell’epoca osservavano e dipingevano la realtà immersi nella natura e nel tumulto delle vie cittadine, così il nostro pubblico potrà vivere en plein air le notti del Festival.Dopo il successo delle precedenti edizioni torna il Festival Como Città della Musica, giunto alla quarta edizione. Una sfida che vede in primo piano il Teatro Sociale di Como -AsLiCo con il Comune di Como che, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Società dei Palchettisti, con il sostegno della Provincia di Como, del gruppo LeNORD, di Cariparma Crédit Agricole e della Regione Lombardia, Assessorato alla Cultura oltre che al sostegno della Fondazione Cariplo, ripropone alla città dall’1 al 17 luglio un festival emozionante con eventi di grande respiro all’aria aperta.
Sulla scia dei successi delle precedenti edizioni e tenuto conto del gradimento del pubblico, anche quest’anno il festival sarà caratterizzato da appuntamenti di qualità artistica. Il Parco di Villa Olmo ospiterà il palco, appositamente creato, sul quale sarà protagonista della serata inaugurale l’Orchestra 1813, diretta da Christopher Franklin, che presenterà al pubblico due imponenti sinfonie di Ludwig van Beethoven e Pëtr Il'i? ?ajkovskij. A seguire due appuntamenti con la danza: la Spellbound Dance Company si esibirà al ritmo dei celebri Carmina Burana, mentre evento del festival sarà la prima data del tour italiano della Marta Graham Dance Company. La famosa compagnia americana presenterà i migliori pezzi del suo repertorio che hanno infiammato decine di palchi di tutto il mondo. E poi ancora danza con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala che torna a Villa Olmo con il classico Sogno di una notte di mezz’estate. Sul fronte musicale, invece, in programma l’Orchestra del Teatro Regio di Torino con celebri sinfonie d’opera. Tra i nomi illustri presenti a questa quarta edizione citiamo Enrico Rava e Uri Caine in un’insolita formazione. Il festival chiuderà con uno spettacolo imperdibile: l’unica data italiana della tournée europea di Abba Mania dove ci si potrà scatenare al ritmo delle celebri musiche firmate dagli Abba. Un tributo allo storico gruppo che permetterà al pubblico di rivivere atmosfere magiche, di cantare e di ballare.
Non mancherà uno sguardo alla musica rock con il concerto in prima nazionale della Joe Ely band che vedrà in apertura anche l’esibizione di Jill Hennessy, nota al grande pubblico per essere la protagonista del telefilm americano Crossing Jordan.
Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, sparsi per la città, faranno da corollario alle serate di Villa Olmo. Ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come le splendide Serre di Villa Olmo, la Como Nuoto e il Caffè Pane e Tulipani. Non mancherà l’appuntamento dedicato ai più piccoli con la merenda nel bosco (parco di Villa Olmo) e Nabuccolo con Federica Falasconi, Lucrezia Drei e Annagaia Marchioro.
Molti degli appuntamenti Intorno al Festival, ispirati alle atmosfere parigine di fine secolo, sono legati alla Grande Mostra, quest’anno dedicata a Boldini e la Belle Époque promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como. Legame che, oltre a valorizzare Villa Olmo, diventata ormai sede di riferimento per gli eventi culturali della città, vuole “trasformarla” in un’attrattiva importante per il turismo internazionale. Mostra e Festival permetteranno al Lago di Como di essere polo catalizzatore del turismo culturale.
E come i pittori dell’epoca osservavano e dipingevano la realtà immersi nella natura e nel tumulto delle vie cittadine, così il nostro pubblico potrà vivere en plein air le notti del Festival.Dopo il successo delle precedenti edizioni torna il Festival Como Città della Musica, giunto alla quarta edizione. Una sfida che vede in primo piano il Teatro Sociale di Como -AsLiCo con il Comune di Como che, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Società dei Palchettisti, con il sostegno della Provincia di Como, del gruppo LeNORD, di Cariparma Crédit Agricole e della Regione Lombardia, Assessorato alla Cultura oltre che al sostegno della Fondazione Cariplo, ripropone alla città dall’1 al 17 luglio un festival emozionante con eventi di grande respiro all’aria aperta.
Sulla scia dei successi delle precedenti edizioni e tenuto conto del gradimento del pubblico, anche quest’anno il festival sarà caratterizzato da appuntamenti di qualità artistica. Il Parco di Villa Olmo ospiterà il palco, appositamente creato, sul quale sarà protagonista della serata inaugurale l’Orchestra 1813, diretta da Christopher Franklin, che presenterà al pubblico due imponenti sinfonie di Ludwig van Beethoven e Pëtr Il'i? ?ajkovskij. A seguire due appuntamenti con la danza: la Spellbound Dance Company si esibirà al ritmo dei celebri Carmina Burana, mentre evento del festival sarà la prima data del tour italiano della Marta Graham Dance Company. La famosa compagnia americana presenterà i migliori pezzi del suo repertorio che hanno infiammato decine di palchi di tutto il mondo. E poi ancora danza con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala che torna a Villa Olmo con il classico Sogno di una notte di mezz’estate. Sul fronte musicale, invece, in programma l’Orchestra del Teatro Regio di Torino con celebri sinfonie d’opera. Tra i nomi illustri presenti a questa quarta edizione citiamo Enrico Rava e Uri Caine in un’insolita formazione. Il festival chiuderà con uno spettacolo imperdibile: l’unica data italiana della tournée europea di Abba Mania dove ci si potrà scatenare al ritmo delle celebri musiche firmate dagli Abba. Un tributo allo storico gruppo che permetterà al pubblico di rivivere atmosfere magiche, di cantare e di ballare.
Non mancherà uno sguardo alla musica rock con il concerto in prima nazionale della Joe Ely band che vedrà in apertura anche l’esibizione di Jill Hennessy, nota al grande pubblico per essere la protagonista del telefilm americano Crossing Jordan.
Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, sparsi per la città, faranno da corollario alle serate di Villa Olmo. Ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come le splendide Serre di Villa Olmo, la Como Nuoto e il Caffè Pane e Tulipani. Non mancherà l’appuntamento dedicato ai più piccoli con la merenda nel bosco (parco di Villa Olmo) e Nabuccolo con Federica Falasconi, Lucrezia Drei e Annagaia Marchioro.
Molti degli appuntamenti Intorno al Festival, ispirati alle atmosfere parigine di fine secolo, sono legati alla Grande Mostra, quest’anno dedicata a Boldini e la Belle Époque promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como. Legame che, oltre a valorizzare Villa Olmo, diventata ormai sede di riferimento per gli eventi culturali della città, vuole “trasformarla” in un’attrattiva importante per il turismo internazionale. Mostra e Festival permetteranno al Lago di Como di essere polo catalizzatore del turismo culturale.
E come i pittori dell’epoca osservavano e dipingevano la realtà immersi nella natura e nel tumulto delle vie cittadine, così il nostro pubblico potrà vivere en plein air le notti del Festival.

Edizione 2012

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA

5.SPAZI SONORI

 

Spazi sonori è il nuovo sottotitolo pensato per la Quinta edizione del Festival Como Città della Musica. Quest’anno, infatti, lo spazio ha avuto, nell’ambito della programmazione, un forte valore. Il festival sarà sempre nella splendida cornice di Villa Olmo, ma l’allestimento sarà più in armonia con la natura. Niente più gradinata nel parco, ma una platea che si adegua al saliscendi della collina. Niente più palco con buca per l’orchestra, ma una struttura più armonica al centro dell’edificio.
Spazi sonori non si riferisce però soltanto alla tribuna e al palco, ma anche al genere di spettacoli proposti dove più che mai la musica è padrona della scena.
Il Festival, promosso come di consueto dal Teatro Sociale di Como-AsLiCo con il Comune di Como, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Società dei Palchettisti, con il sostegno della Provincia di Como, del gruppo TRENORD, di Cariparma Crédit Agricole e della Regione Lombardia, assessorato all'Istruzione, Formazione e Cultura oltre che al sostegno della Fondazione Cariplo, ripropone alla città dall’1 al 15 luglio un festival emozionante con eventi di grande respiro all’aria aperta.
Si parte l’ 1 luglio, in replica il 3, con un capolavoro del belcanto. In programma La Traviata di Giuseppe Verdi per la regia di Fabio Ceresa. A dirigere l’Orchestra 1813 e i cantanti AsLiCo il maestro Francesco Pasqualetti.
Due celebri sinfonie saranno protagoniste il 5 luglio. L’Orchestra 1813 diretta da Alessandro Carnelli proporrà al pubblico la Sinfonia Incompiuta di Franz Schubert e la Sinfonia Renana di Robert Schumann. Sabato 7 luglio sarà la volta di un evento in esclusiva creato per il Festival. In cartellone un Omaggio al celebre Luchino Visconti. La protagonista del gala - interprete di una serata che coniugherà danza, cinema e teatro - sarà Eleonora Abbagnato, stella ormai affermatissima della danza internazionale, prima ballerina all’Opéra di Parigi, affiancata da primi ballerini provenienti dai maggiori teatri del mondo come l’Hamburg Ballett e il Royal Ballet di Londra. L’8 luglio farà tappa a Villa Olmo Mario Biondi, il crooner catanese di fama internazionale, che porterà a Como
un’imperdibile appuntamento del suo tour 2012. Il 10 luglio ancora spazio alla grande musica sinfonica. L’Orchestra del Teatro Regio di Torino farà risuonare le note di Wolfgang Amadeus Mozart (Sinfonia N. 40) e Ludwig van Beethoven (Sinfonia N. 7).
Un gradito ritorno il 12 luglio. Con la nuova produzione Puzzle saliranno sul palco del festival gli atletici Kataklò. Tra le coreografie i loro più celebri pezzi che hanno entusiasmato il pubblico di ogni età.
Il 14 luglio ancora danza con coreografie di Maurice Béjart. Sul palco l’École-Atelier Rudra Béjart Lausanne, che renderà omaggio proprio a Béjart nel Ventesimo anno di nascita della compagnia. Inoltre, sarà presentata una nuova coreografia in prima nazionale.
La festa di chiusura festival in programma il 15 luglio sarà affidata a Frankie Hi-Nrg, il celebre rapper che ha fatto di impegno ed eclettismo la propria cifra stilistica. Con L’Alto Parlante Gira Dischi, l’artista, si propone in veste di DJ, offrendo in un set di 2 ore una selezione di musica rap/hip-hop ed elettronica, spaziando tra i grandi successi ed i tesori nascosti nell’underground, tutto all’insegna del divertimento e dell’energia.
In apertura concerto del gruppo Marta sui tubi, oggi una delle band più originali e seguite in Italia. Recente la loro collaborazione con Lucio Dalla, poco prima della sua scomparsa.
Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, sparsi per la città, faranno da corollario alle serate di Villa Olmo. Ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come la neo restaurata Serra del Grumello, il giardino del San Martino e un meraviglioso giardino di via Vittorio Emanuele aperto al pubblico solo per il Festival. Non mancherà l’appuntamento dedicato ai più piccoli con la merenda nel bosco (parco di Villa Olmo) e Il Piccolo Flauto magico.

Edizione 2013

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA
6. LINEE E VOLUMI

Linee e volumi è il titolo della Sesta edizione del Festival Como Città della Musica. Un Festival importante che, in occasione dei 200 anni del Sociale e della riapertura dell’Arena estiva del Teatro approda in centro città. L’intervento di recupero dell’Arena del Teatro e il restauro della facciata meridionale, voluto dalla Societa? dei Palchettisti del Teatro Sociale fa parte del Progetto Integrato d’Area (PIA) Ecolarius. Diffondere la Cultura dell’ambiente e del paesaggio tra lago e montagna, con capofila la Provincia di Como e restituisce così un nuovo spazio alla città. Tutti gli spettacoli in programma saranno ricalibrati proprio in funzione del nuovo spazio.
Il Festival, promosso come di consueto dal Teatro Sociale di Como-AsLiCo con la Società dei Palchettisti, il Comune di Como, in collaborazione con la Camera di Commercio, la Provincia di Como, la Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, ripropone alla città dal 28 giugno al 14 luglio un festival emozionante con eventi di grande richiamo tutti rigorosamente all’aria aperta.
L’evento d’apertura, vuole essere un omaggio alla città e al Teatro nei suoi 200 anni di attività. Il 28 e il 29 giugno sarà di scena Carmina Burana una delle pagine sinfonico-corali più celebri e adatto ad una rappresentazione scenica collettiva. Punto di forza dello spettacolo saranno oltre 400 persone sul palcoscenico radunate appositamente per l’evento.
Dopo questa straordinaria performance, il 2 luglio entrerà nel vivo il calendario del Festival. Per la prima serata spazio alla danza con il corpo di ballo Maggio Danza che presenta tre coreografie firmate da Francesco Ventriglia, George Balanchine, William Forsythe. Nell’anno del bicentenario Verdiano, il 5 e il 7 luglio sarà protagonista Il Trovatore dramma tra i più popolari e denso di passioni e contrasti. La direzione dell’Orchestra 1813 è affidata a Francesco Cilluffo, mentre la regia è firmata da Matteo Mazzoni. Sabato 6 luglio, la compagnia Sonics ci terrà tutti con il naso all’insù grazie ad acrobazie aeree mozzafiato e macchine sceniche imponenti. Meraviglia, questo il titolo dello spettacolo, è una favola moderna a cui ha dato vita la creativita? di Alessandro Pietrolini, fondatore insieme ad Ileana Prudente dei Sonics, una compagnia di acrobati tutta italiana protagonista di grandi eventi mediatici in Italia e all’estero. Il Fantasma tour dei Baustelle, farà tappa a Como l’11 luglio. A pochi mesi dall’uscita dell’ultimo album, il gruppo pop rock italiano, nato nel 1996 a Montepulciano, sta mietendo successi su e giù per la penisola e regaleranno al Festival una serata di grande musica. Torna in programma una delle compagnie più amate dal pubblico. Il 13 luglio l’Arena ospiterà la David Parsons Dance Company con la prima data del tour italiano nel nuovissimo show. Chiude la rassegna un concerto sinfonico legato al grande cinema. Il 14 luglio, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta presenta Omaggio a Morricone. Una rassegna dalle più celebri colonne sonore, selezionata tra le oltre 400 musiche da film che il maestro italiano ha composto. Musiche che diventano immagini. Radicate nella memoria collettiva, le scene di alcuni film sono divenute celebri anche grazie alle colonne sonore di Morricone. A completare l’omaggio, sullo sfondo, il videomontaggio firmato da Diego Basso, con spezzoni di film quali Nuovo cinema paradiso o C’era una volta in America solo per citarne alcuni. La serata è promossa in collaborazione con Lake Como Film Festival.
Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, tutti gratuiti e sparsi per la città, faranno da corollario alle serate in Arena. Non verrà trascurata Villa Olmo, sede storica del Festival dove saranno organizzati alcuni degli eventi in programma nel calendario itinerante di Intorno al Festival. Tre gli appuntamenti alla dimora storica, non soltanto nel parco retrostante come gli scorsi anni, ma anche nel meraviglioso giardino all’italiana affacciato sul lago. Tra i tre appuntamenti spicca Spring Spring, opera che rispecchia le tradizioni e l’estro coreano, produzione di Grand Opera Company, Edutainment Business Music Cookie con il sostegno del Ministero delle Arti e la Fondazione Culturale di Busan della Corea.
Inoltre, ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come il Tempio Voltiano (meraviglioso scenario del concerto dei Tre allegri ragazzi morti proposto in collaborazione con Auto Rock Produzioni) e il giardino di Villa Ala Ponzone aperto dalla Famiglia Ripamonti solo per il Festival. Prosegue poi la collaborazione con la mostra La citta? nuova oltre Sant’Elia organizzata dal Comune. L’Aero Club Como, nell’anno del centenario ospitera? un’istallazione audio- visiva, progettata dal Conservatorio G. Verdi di Como, e nata da un’ispirazione legata alle opere e al periodo della mostra. Suggestioni che vanno dalle macchine futuriste alle sculture di Boccioni legano la grande esposizione al Festival creando un percorso alla scoperta di luoghi e arte.
Da segnalare, inoltre, le molte collaborazioni attivate dal Festival con le associazioni e le realtà culturali e sportive della città.

Edizione 2014

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA
7. INCROCIO DI VOCI

 

Incrocio di voci, incrocio di arti e persone. Cori numerosi, artisti solisti, corpi di ballo tutti all’insegna della qualità e dell’emozione. Incrocio di voci è il titolo della settima edizione del Festival Como Città della Musica che prenderà il via il prossimo 26 giugno. Invariata la location che, come lo scorso anno, sarà l’Arena del Teatro Sociale. Ad aprire le danze sarà 200.com Un progetto per la città che, dopo il prestigioso riconoscimento agli International Opera Awards, ottenuto con l’edizione dello scorso anno dei Carmina Burana, proporrà alla città Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni. Sul palco, guidate dalla regista Serena Sinigaglia, 400 persone radunate appositamente per l’evento. A dirigere l’orchestra il maestro Josè Luis Gomez-Rios. Un allestimento scenografico che non mancherà di stupire il pubblico.
Spazio alla danza con due appuntamenti di pregio. Il 5 luglio il Sofia Festival Ballet metterà in scena Don Chisciotte. Prima compagnia privata bulgara, il Sofia Ballet nasce per portare la tradizione del balletto bulgaro in tutto il mondo, attraverso estese tournée internazionali. Il corpo di ballo è costituito dalla selezione di ballerini provenienti dalle migliori compagnie di balletto bulgaro e di altri Paesi europei. Il 12 luglio, invece, sarà la volta de L’uccello di fuoco di Stravinsky, celebre balletto dai tratti mitologici e ancestrali, diventa il punto di partenza per un viaggio iniziatico dell’essere verso la conoscenza di sé e del mondo. Un percorso fisico e spirituale sul tema della rinascita, proprio come l’antico mito della fenice. Questi soggetti filosofici sono cari alla coreografa Paola Sorressa e alla sua giovane compagnia, nata nel 2006, il cui nome, Mandala Dance Company, rimanda al cerchio, simbolo dell’equilibrio materiale e spirituale fra noi e il cosmo.
Divertente e adatta a tutta la famiglia, il 6 luglio, la Banda Osiris presenta Le dolenti note, nuovo spettacolo tratto dall’omonimo libro. Sul palco le pagine scritte diventeranno un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà. Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista.
Due anche gli appuntamenti dedicati ai più giovani. Il 10 luglio, dopo lo strepitoso successo all’Alcatraz di Milano, l’arena ospita Le luci della Centrale elettrica in tour con il nuovo album Costellazioni. Il concerto è promosso in collaborazione con Mondovisione. L’11 luglio, invece, serata live electronics Marker Cross the wall, promossa in collaborazione con Marker. L’appuntamento è il secondo capitolo del progetto iniziato lo scorso marzo con la serata Cross the line, che ha riscosso grande successo di pubblico e critica.
Chiude la rassegna un concerto legato al grande cinema. Il 13 luglio, l’ensemble de La Verdi di Milano musicherà il capolavoro di Charlie Chaplin, La febbre dell’oro. A dirigere l’orchestra il maestro Philippe Beran. La serata è promossa in collaborazione con Lake Como Film Festival.
Inoltre, ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi poco accessibili al pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi ed orari insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come il cortile interno del Palazzo Vescovile e i giardini de La Cometa.
Da segnalare, inoltre, le molte collaborazioni attivate dal Festival con le associazioni e le realtà culturali e sportive della città.

Edizione 2015

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA
8. IL CANTO DELLA TERRA

Il tema della programmazione estiva è ben riassunto nel titolo Il Canto della Terra che, a varia misura, rappresenta le principali tematiche ambientali di Expo alle quali si rifà, insieme alle iniziative del territorio, l’ottava edizione del Festival Como Città della Musica.
Ad aprire il festival sarà Pagliacci. L’opera di Leoncavallo è stata scelta per il progetto 200.com che coinvolge oltre 200 coristi non professionisti che da gennaio scorso studiano tutte le settimane in previsione del debutto in Arena l’ 1 luglio (repliche previste il 2, 4 e 5 luglio). La regia è stata affidata al regista Michal Znaniecki, profondo conoscitore dell’opera partecipata che ha accettato con entusiasmo questa nostra sfida.
Dopo il suo debutto come regista, nel 1992, ha firmato oltre 100 spettacoli collaborando con diversi teatri e festivals in Francia, Italia, Irlanda, Germania, Polonia e Spagna.
Per due anni è stato l’assistente del regista belga Thierry Salmon nei suoi lavori e stages in Belgio e in Italia. Da qui nasce l’interesse per le tecniche di improvvisazione e costruzione del personaggio che sperimenta in diversi spettacoli di prosa. Oggi è uno dei registi più affermati al mondo.
L’orchestra sarà invece diretta dal maestro Carlo Goldstein che il pubblico comasco ha già avuto modo di vedere in Adriana Lecouvreur di Cilea in cartellone per la stagione lirica 2014.
Spazio ai giovani il 10 luglio con l’evento promosso da Marker Inside the shadow. Diversi dj, producer e artisti si esibiranno fino a notte fonda per uno spettacolo unico di musica elettronica e visual performance. Un evento che l’anno scorso ha visto la partecipazione di 1500 giovani di Como e non solo, e che quest’anno vuole replicare il successo arricchendo la serata con diverse novità e sorprese.
Sabato 11 luglio tutti con il naso all’insù. Sul palco, o forse sarebbe meglio dire sopra al palco, la compagnia tutta italiana LiberiDI che affascinerà il pubblico stando sospesa nell’aria, a terra,  immersa nell’acqua… in un susseguirsi di coreografie esplosive dove emerge tutta la fisicità del gruppo. Questo e molto altro ancora sarà In_evolution, un racconto emozionante che parte dall’origine stessa della vita.
Ha fatto ballare tutto il pubblico sul palcoscenico del Sociale con i suoi ritmi suadenti ed il suo sorriso smagliante. Quest’anno torna a riscaldare l’arena il 12 luglio. Stiamo parlando di Fatoumata Diawara che si esibirà in un travolgente concerto con Roberto Fonseca, pianista del Buena Vista Sociale Club.
Il 15 e il 17 luglio il cartellone propone due giorni di danza targati Corea. Per la prima volta in Italia, la compagnia Kim Yong Geol Dance Theater si esibirà in un gala classico con pezzi tratti dalle più celebri coreografie da Giselle a Il lago dei cigni. In prima europea, la compagnia presenterà poi Inside the life, spettacolo di danza contemporanea dal forte impatto visivo.
Sabato 18 luglio sarà possibile fare il Giro del Mondo in 80 minuti con la strepitosa Orchestra di Piazza Vittorio. Un ideale viaggio, intorno al mondo, attraverso gli uomini, gli artisti e le loro musiche. Il nuovo, attesissimo spettacolo dell’Orchestra incanterà il pubblico con le sue musiche originali, la suggestiva scenografia ed i meravigliosi costumi di scena. Un perfetto meccanismo ad orologeria, uno spettacolo vivace, allegro e colorato, denso di ritmi ed emozioni, che accompagneranno lo spettatore in questo ideale giro del mondo dal quale non vorrà più tornare!
Com’è consuetudine l’ultima serata del festival è dedicata al cinema e alla musica. In collaborazione con il Lake Como Film Festival, il 19 luglio sarà in programma Fellini/Rota e il grande cinema italiano. Una storia in musica, partendo dalle grandi colonne sonore del maestro Nino Rota nel neorealismo felliniano fino al tema del Postino, senza tralasciare la commedia all’ italiana. Sul palco il Cinematic Ensemble, formazione strumentale dell’Orchestra italiana del Cinema.
Inoltre, ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi poco accessibili al pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi ed orari insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, il Chiostro di Sant’Abbondio, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come il giardino di Villa Mondolfo e il Pontile dell’Hangar che per una sera si trasformerà in un vero palco sull’acqua.
Tra le novità, quest’anno, EARLY BIRD e FESTIVAL PASS, due nuove opportunità per i nostri spettatori.
Grazie alla formula di acquisto EARLY BIRD, il Festival Como Città della Musica vuole premiare chi acquista prima, offrendo uno sconto significativo su tutti i biglietti del cartellone. Dal 18 marzo al 18 aprile, infatti, avrete la possibilità di scegliere il vostro spettacolo usufruendo di uno sconto straordinario.

Edizione 2016

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA

16.AMORE FURTIVO

 

Riprendendo il tema della Stagione Notte che si sta concludendo in queste settimane, anche la nona edizione del Festival Como Città della Musica parlerà d’amore. Il titolo Amore furtivo vuole essere una dedica all’amore nelle sue varie sfaccettature, nonché un omaggio alla “lagrima furtiva” donizettiana.

Ad aprire il festival sarà infatti L’elisir d’amore. Questo è il titolo scelto per 200.Com Un progetto per la città, ovvero l’opera partecipata del Teatro Sociale di Como AsLiCo. Un progetto giunto alla quarta edizione, nato in occasione dei festeggiamenti per il bicentenario del teatro, per coinvolgere attivamente il pubblico e la città, che diventano coprotagonisti di produzioni artistiche di altissimo livello. Notizia dell’ultima ora è la vincita del XXXV PREMIO DELLA CRITICA MUSICALE “FRANCO ABBIATI” 2016, che ha visto assegnare al progetto 200.Com il Premio “Filippo Siebaneck”. Una speciale edizione dell’opera ELISIR D’AMORE di Gaetano Donizetti vedrà la partecipazione di più di 200 cittadini tra le fila degli artisti, accanto ad artisti professionisti e guidati dalla regia di Rosetta Cucchi e dalla bacchetta del M° Jacopo RIvani. L’opera coinvolge i coristi ‘cittadini’ che, dopo aver superato le audizioni, da ottobre seguono un intenso percorso di studio e di prove in previsione delle quattro repliche che andranno in scena all’Arena del Teatro nelle serate del 29 giugno, 1, 2 e 5 luglio.

L’atteso appuntamento estivo della città di Como prosegue con un’importante programmazione di musica e danza che vede la presenza di artisti di fama nazionale ed internazionale.

Dall’opera si passa alla musica classica con Mozart KV 219. Il 6 luglio, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, guidata dal M° Mario Roncuzzi e affiancata dal solista Igor Riva, suonerà pezzi del repertorio operistico con altri tratti invece dal periodo d’oro del Classicismo viennese.

L’8 e 9 luglio due serate dedicate ai più giovani, in collaborazione con Marker e Wow Music Festival. Il venerdì andrà in scena il terzo evento della stagione 2016 di Marker:  Les Chants Magnétiques Atto III. Qui l’amore si trasforma in attrazione, una serata dedicata all’esplorazione artistico-musicale del principio fisico dell'attrazione magnetica e un percorso di immersione totale nella sperimentazione elettronica.  Il sabato è la volta della musica rap con Hellvisback Tour 2016: Salmo è uno dei pochi artisti che riesce a mettere d’accordo appassionati di vari generi musicali (rap, metal, punk, hardcore, rock), la fusione dei vari linguaggi e la potenza del suo sound sono la base delle sue produzioni e la sua firma artistica.

Domenica 10 luglio l’Arena sarà pervasa dall’eleganza e dall’indiscusso talento di Eleonora Abbagnato, Danseuse Étoile al Ballet de l’Opéra National de Paris e Direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, che torna a Como dopo il grandissimo successo del Festival 2012. La ballerina danzerà una Carmen originale e insolita, creata da Amedeo Amodio, sulle musiche dell’opera di Georges Bizet e con interventi musicali originali.

 

Il 13 luglio risuonerà la musica di Trilok Gurtu, percussionista di livello internazionale. Il suo stile, profondamente radicato nella tradizione indiana combinata con elementi jazz e rock, ne hanno fatto un maestro affermato della World Music.

Il 15 luglio arriva in Arena con il suo Hitstory Tour 2016 la star nazionale Gianna Nannini, che proporrà al pubblico sia i grandi successi sia i nuovi brani estratti dall’album Hitstory. Un grande concerto che attirerà in Arena 3000 persone.

Il 16 luglio spazio al black light theater, alle ombre cromatiche, alle performance aeree, e all'incredibile tecnologia del Light Wall. Sul palcoscenico dell’Arena Black & Light, una selezione delle visioni più magiche del repertorio di eVolution dance theater, compagnia guidata dal coreografo Anthony Heinl.

Ogni anno chiude il Festival una serata organizzata in collaborazione con Lake Como Film Festival. Il 17 luglio la conclusione del calendario estivo è in mano a uno dei più versatili e popolari compositori inglesi: Michael Nyman proporrà un concerto di solo piano e video, con molti dei brani che l’hanno reso famoso in tutto il mondo accompagnati da una serie di filmati girati dall’artista stesso.

Come sempre il Festival Como Città della musica vuole essere trasversale, non solo percorrendo la musica in tutte le sue forme, dall’opera lirica alla musica leggera, dal balletto classico alla musica sinfonica ed elettronica, ma anche invadendo con concerti gratuiti tutta la città, dall’Arena a Villa Olmo, dal Chiostro di Sant’Abbondio al Monumento dei caduti, da Villa del Grumello alla Torre del Baradello. Ospite straordinario della rassegna Intorno al Festival è il francese Richard Galliano, virtuoso della fisarmonica e del bandoneon, compositore che spazia in tutti i campi musicali, dalla classica al jazz.

Tra le novità, quest’anno, un’occasione da non perdere: il VIP PACKAGE darà la possibilità di vivere un’esperienza esclusiva e di conoscere e incontrare due grandi artisti, Gianna Nannini e Eleonora Abbagnato. Per ciascun evento, verrà organizzata una serata molto speciale, in cui si potrà conoscere e salutare la propria beniamina, cenare sul prestigioso palcoscenico del Teatro Sociale e godersi lo spettacolo dall’area vip.

Inoltre, viene riproposto anche il Festival Pass che darà accesso a tutte le rappresentazioni in programma, ad un prezzo molto vantaggioso.

Dalla sera alla mattina, dal tramonto all'alba, un Festival che nasce e si addormenta solo per poche ore...

Edizione 2017

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA
10. UNO, DUE...CENTO PASSI

La liberta? non e? uno spazio libero, liberta? e? partecipazione...
Giorgio Gaber


Il Festival Como Citta? della Musica festeggia quest’anno i 10 anni di attivita?, raggiunti con caparbieta? ed energia, attraverso nuove forme di ‘spettacolo’, caratterizzate tutte dal principio comune di rendere il teatro il luogo della propria identita? sociale, culturale e umana, dove poter ricercare le risposte alle domande che ciascuno di noi si pone sul senso della vita e sul senso del fare teatro ai giorni nostri.
Ed e? la partecipazione che diventa la naturale risposta a questa ricerca di significati. Una partecipazione allargata, democratica e vitale, senza barriere tra spettatori ed artisti, tra amatori e professionisti, tra pubblico e operatori. Un legame vivo ed autentico tra le persone, un contatto con la comunita? di cui il Teatro fa parte e che diventa la casa di tutti e per tutti, il luogo dove rifugiarsi, ma anche dove riflettere ed emozionarsi. Par- tecipare significa acquisire una consapevolezza sociale piu? ampia, abbattere le barriere, invertire i ruoli, confonderli, diventando un’unica grande comunita?.
Una comunita? che si riunisce intorno e dentro l’arte, dispiegata in tutte le sue forme: teatrale, coreutica, stru- mentale, sacra, profana.
Da ormai cinque anni, il Teatro Sociale di Como-AsLiCo ha orientato in maniera innovativa la sua attivita? in questa direzione: primo fra tutti il 200.Com Un progetto per la citta?, l’opera partecipata che coinvolge oltre duecento cantori non professionisti, di qualunque estrazione sociale e background culturale, senza di- stinzione di eta?, lingua o competenza, inseriti in una produzione operistica, dopo un anno di laboratori di canto corale. Il 29 GIUGNO, L’1 E 4 LUGLIO, andra? in scena la V edizione e il titolo scelto e? NABUCCO di Giuseppe Verdi, opera corale per eccellenza. L’opera verdiana sara? ambientata in un contesto urbano con- temporaneo, per sviscerare il conflitto quanto mai attuale tra oppressori e oppressi, tra liberta? e prigionia, tra profughi e non, diretti dal giovane regista italiano Jacopo Spirei. Oltre 300 le persone, tra amatori e professionisti, partecipanti al progetto e alla produzione estiva. La direzione e? affidata anche quest’anno all’abile bacchetta del M° Jacopo Rivani.
Alcuni spettatori potranno partecipare attivamente a Nabucco, entrando nello spettacolo e facendo parte di esso, acquistando il pacchetto VIP = Very Interactive Public.
A seguire la “danza partecipata”, con il coreografo piu? rappresentativo di questo genere, Virgilio Sieni. Il 7 LUGLIO ci mostrera? I CANTI DELLA SETA. UNA CITTA? IN MOVIMENTO, ovvero una partitura coreografica creata apposta per Como e per i suoi cittadini, per coloro che si metteranno in gioco nelle prossime settimane frequentando laboratori sui gesti e movimenti per poi dar vita a un cammino continuo di una comunita? intera. Piu? di 80 persone si sono iscritte a questo progetto che avra? inizio il prossimo 25 aprile con un laboratorio te- nuto dallo stesso Sieni. Un percorso di trasmissione, uno sguardo sul corpo per approfondire le dinamiche che, partendo dalla gestualita? quotidiana, conducono allo sviluppo di semplici azioni coreografiche incentrate sulla relazione e il dialogo con l’altro. Lo spettacolo sara? un ciclo di coreografie interpretate dai cittadini e danzatori professionisti, chiamati a dar vita ad una comunita? di gesto.
Il 9 LUGLIO e? la volta della musica classica e della MESSA DA REQUIEM di Giuseppe Verdi, con la New Jersey Choral Society, un gruppo di cento coristi amatoriali e appassionati che hanno fatto del canto una vocazione e si esibiranno con i professionisti dell’Orchestra 1813. La NJCS, guidata dal loro carismatico di- rettore Eric Dale Knapp, si e? esibita in tutto il mondo, da Parigi a Sydney, da Londra a Shanghai, cantando inoltre alla Casa Bianca e presso la Carnegie Hall e il Lincoln Center a New York. La loro mission e? di «servire la Comunita?, la Partecipazione e l’Arte con passione, immaginazione e ricerca dell’eccellenza».
La settimana successiva si passa alla musica leggera con due concerti organizzati in collaborazione con GC Events.
Il 14 LUGLIO l’Arena aprira? le porte a tutti i fan di FIORELLA MANNOIA che con Combattente Il tour sta riempiendo teatri e palazzetti, pronta per uscire in estate in arene e anfiteatri. L’artista, accompagnata dalla sua band, proporra? il suo ultimo album Combattente, i suoi grandi successi e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio, per una scaletta ricca di momenti intensi ed emozionanti.
Il 15 LUGLIO, invece, l’Arena si riempira? di giovani, con il concerto dei THE KOLORS, band italiana appas- sionata di rock e musica elettronica e vincitrice dell’edizione 2015 di Amici. Dopo due anni di lontananza, i The Kolors tornano con un nuovo album, anticipato dal singolo What Happened Last Night (feat. Gucci Mane & Daddy’s Groove), che uscira? tra pochi giorni, e con un attesissimo tour che li portera? in giro per l’Italia ad incontrare i fan che tanto stanno aspettando per rivederli live.
Anche il lago diventa “partecipe” di questa edizione. In programma l’1 luglio Note sul lago, una gita in bat- tello guidata dal musicologo Stefano Lamon, che vuole essere un omaggio a Vincenzo Bellini e Giuditta Pasta. Infatti si fara? tappa a Moltrasio e Blevio, due paesi molto frequentati da compositori e artisti dell’epoca. Interventi musicali attenderanno i partecipanti sulle rive del lago, e un pranzo con menu dedicato presso il Ristornate Momi completera? la gita.
Per sottolineare sempre piu? la partecipazione che caratterizza questa edizione del Festival, si moltiplicano gli eventi gratuiti di INTORNO AL FESTIVAL.
Tanti i concerti in giro per la citta? ad orari inconsueti.
E se tornano appuntamenti consolidati come il tramonto alla Torre del Baradello e l’alba a Villa del Grumello, alcuni sono nuovi, come Villa Gallia, in collaborazione con il Lake Como Film Festival, Piazza Grimoldi, la Pas- seggiata ‘Amici di Como’. Un’attenzione particolare va all’evento Sulle orme di Giuditta Pasta, una passeg- giata musicale guidata da Pietro Berra, che partira? dalla Sala Pasta del Teatro Sociale, per arrivare all’ex Grand Hotel di Brunate, passando per l’Eremo di San Donato, dove i partecipanti verranno allietati da alcuni momenti musicali. E poi ancora recital, jazz, racconti in musica e molto altro.
Uno, due.. cento passi. Uno, due... tanti eventi! Il Festival Como Citta? della Musica amplia il suo calendario, arrivando ad “occupare” Como fino al 16 luglio.
Venti giorni di eventi in Arena e per tutta la citta?, sconfinando, per questa decima edizione, anche nei comuni limitrofi.
Un festival partecipato, che invita la citta?, e non solo, a mettersi in gioco, per cantare, suonare, danzare.

Edizione 2018

FESTIVAL COMO CITTA' DELLA MUSICA

11. PER AMOR DI DONNA

 

"Stolto è chi s'affoga per amor di donna..."

Riprendendo uno dei filoni tematici della Stagione Notte che si sta per concludere, l’undicesima edizione del Festival Como Citta? della Musica parlera? della donna. Il titolo Per amor di donna, benche? tratto da un frase spregevole di Jago, vuole essere in realta? una dedica alla figura femminile, vuole far riflettere e porre attenzione su coloro che spesso diventano vittime della societa?.
Ad aprire il festival sara? proprio OTELLO, titolo scelto per mettere in scena l’opera partecipativa di 200.Com Un progetto per la citta?, giunto quest’anno alla sesta edizione e grazie al quale il Festival ha ormai assunto un’identita? vera e propria. A mettere in scena l’opera di Verdi all’Arena del Sociale il 28, 30 giugno e 3 luglio, sara? la regista Silvia Paoli, che ha da poco terminato la produzione di I Capuleti e Montecchi dell’Opera de Tenerife con Teatro Comunale di Bologna e che ha firmato la regia della fortunata Turandot principessa falena: dopo aver riscosso altrettanto successo alla Royal Opera House di Muscat lo scorso dicembre. Insieme a lei, il Maestro Jacopo Rivani, direttore molto amato dal coro dei 200, che lavorera? con loro per il terzo anno consecutivo, dopo l’Elisir della Cucchi e il Nabucco di Spirej. L’opera si preannuncia grandiosa, visto il titolo, ma anche grazie alla partecipazione di due famosi nomi del mondo del belcanto: Francesco Anile, gia? protagonista nella nostra Arena nel 2015 nell’acclamato Pagliacci di Michal Znaniecki, e? reduce dalla produzione di Otello al The Metropolitan Opera di New York e a Verona, e Angelo Veccia, che abbiamo appena visto nei panni di Rigoletto nella produzione di OperaLombardia di questa stagione. La recita del 3 luglio avra? una valenza molto importante: sara? dedicata ad ActionAid e parte del ricavato verra? donato al progetto “DONNE: IDENTITA’ AL LAVORO. Indipendenza economica contro la violenza domestica”.
Giunto all’undicesima edizione, il Festival Como Citta? della Musica rappresenta per la citta? un appuntamento di spessore con la musica e la danza.
Stolto e? chi s'affoga per amor di donna.
Secondo spettacolo in Arena sara? infatti MEDITERRANEA, uno dei lavori di maggior successo di Mauro Bigonzetti. A 25 anni dal suo debutto, lo spettacolo piu? rappresentato al mondo del coreografo romano viene ripreso con 20 danzatori solisti della Daniele Cipriani Entertainment, che lo porta a Como venerdi? 6 luglio. Mediterranea nasce come lavoro evocativo piu? che narrativo: una vera circumnavigazione del Mediterraneo, attraverso la musica delle culture che vi si affacciano e che fanno viaggiare lo spettatore nello spazio e nel tempo, mentre il balletto mette in risalto forza giovanile e bellezza, energia e velocita?.
Il giorno successivo, sabato 7 luglio, si cambia musica. Tra i migliori cantautori italiani della sua generazione, pluri-premiato menestrello, adorato da critica e pubblico, con numerosi dischi e pubblicazioni alle spalle ed esibizioni che si trasformano in opere prime, ritorna a Como, graditissimo, VINICIO CAPOSSELA con l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini. Il concerto propone una selezione di brani in cui le canzoni diventano labirinti, le parole si perdono tra ottoni, fiati e violini in un affascinante percorso musicale in cui la musica originale di Vinicio si confronta e si fonde con le armonie della Filarmonica Arturo Toscanini, tra le piu? importanti orchestre sinfoniche italiane, con la direzione artistica a cura di Stefano Nanni.
Dal 12 al 14 luglio Como verra? letteralmente conquistata da moltissimi musicisti. Cento violoncellisti cercheranno alloggio in citta?, in alberghi e case che li ospiteranno, in cambio della visione gratuita del concerto in Arena, mentre un grande tendone trasformera? Piazza Verdi in un’Osteria della Musica, grazie alla CRI Lipomo, dove tutti quanti potranno pranzare e cenare insieme, pubblico e orchestrali... Ma chi sono?? Sono i 100CELLOS, un formidabile ensemble fondato nel 2012 da Giovanni Sollima e Enrico Melozzi che raccoglie violoncellisti da tutto il mondo, talenti, appassionati, dilettanti, giovani leve, chiunque sappia sperimentare la propria voglia di musica, sotto la guida capace, esperta e trainante di due artisti di consolidata fama. Il concerto avra? luogo in Arena sabato 14 luglio, ma la citta? sara? invasa “dai 100” gia? nei giorni precedenti, attraverso le attivita? collaterali e alcuni concerti degli Intorno al Festival.
Domenica 15 luglio gran finale del Festival Como Citta? della Musica con FRANCESCO DE GREGORI. Si chiama semplicemente TOUR 2018 il nuovo tour che partira? il 6 luglio dalla Cavea di Roma e lo vedra? impegnato sui palcoscenici delle piu? belle e prestigiose localita? italiane e che, grazie a MyNina Spettacoli, arrivera? finalmente a Como per la prima volta.

Vista la grande richiesta dello scorso anno, riproponiamo la formula NOTE SUL LAGO. In questa edizione le gite musicali col battello saranno tre, una per ogni sabato del Festival e una differente dall’altra, per poter toccare vari paesi del lago, diversi panorami e molte curiosita?, sempre accompagnati dal musicologo Stefano Lamon e dalla musica dei Cantanti AsLiCo.
Come da tradizione, oltre all’Arena c’e? in programma INTORNO AL FESTIVAL, rassegna gratuita molto apprezzata dal pubblico che si ritrova cosi? a scoprire e ri-scoprire luoghi particolarmente affascinanti della nostra citta? e del nostro lago. Danza, cori, acrobazie, spettacoli per bambini... protagoniste sempre le donne, come artiste, come muse ispiratrici, come fruitrici e destinatarie degli spettacoli.
A corollario di tutto, ASPETTANDO... IL FESTIVAL proporra? una serie di pillole del festival tra maggio e giugno, come assaggio di quello che aspettera? il pubblico, come l’incontro di Parolario, o come preparazione degli spettatori, come sara? ad esempio la guida all’ascolto curata da Lamon. Un calendario in continuo aggiornamento, che potra? ampliarsi con nuovi concerti in hotel e altre sedi.
Come sempre il Festival Como Citta? della Musica vuole essere un festival di grande qualita? e ampio respiro internazionale, fortemente turistico ma ben legato al territorio, grazie alla scelta dei luoghi, fuori dai confini del centro citta?, spostandosi da Sagnino a Lipomo fino al centro Lario, e alle numerose collaborazioni con varie Associazioni e Enti, come Parolario, Villa Carlotta, Navigazione Laghi, la Croce Rossa e molti altri.

Archivio

Scopri le edizioni precedenti

Non perdere nemmeno un appuntamento del
Teatro Sociale di Como!

Per restare sempre aggiornato su tutte le novità e per poterci inviare richieste su spettacoli e biglietti, iscriviti a "FiloDiretto"