Maggio

29

Gio

Opera domani

Rigoletto. I misteri del teatro

ore 09:00

Info

Opera domani

Rigoletto. I misteri del teatro

ore 11:00

Info

Opera domani

Rigoletto. I misteri del teatro

ore 14:30

Info

30

Sab

31

Dom

Giugno

01

Lun

02

Mar

03

Mer

04

Gio

05

Ven

06

Sab

07

Dom

08

Lun

09

Mar

10

Mer

11

Gio

12

Ven

13

Sab

14

Dom

15

Lun

16

Mar

17

Mer

18

Gio

19

Ven

20

Sab

21

Dom

22

Lun

23

Mar

24

Mer

25

Gio

26

Ven

27

Sab

28

Dom

29

Lun

30

Mar

Luglio

01

Mer

02

Gio

03

Ven

04

Sab

05

Dom

06

Lun

07

Mar

08

Mer

09

Gio

10

Ven

11

Sab

12

Dom

13

Lun

14

Mar

15

Mer

16

Gio

17

Ven

18

Sab

19

Dom

20

Lun

21

Mar

22

Mer

23

Gio

24

Ven

25

Sab

26

Dom

27

Lun

28

Mar

29

Mer

Uomini in Frac

Venerdì 12 Luglio

ore 21:30

Acquista i biglietti

Info

Arena del Teatro Sociale di Como

12.07 – h. 21.30


UOMINI IN FRAC. Omaggio a Domenico Modugno


di / by Peppe Servillo, Furio Di Castri

Selene

Tu sì na cosa grande

Lu minaturi

Vecchio frack

Lazzarella

Musetto

Cosa sono le nuvole

Lu pisci spada

Amara terra mia

Sole malato

Pasqualino maragia’

Nel blu dipinto di blu

 

in collaborazione con ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna

Si ringrazia per i biglietti omaggio alla città FAMIGLIA COMASCA



Concerto di musica italiana / Italian Music

 

N.B. La Famiglia Comasca rinnova anche quest’anno il suo prezioso sostegno al Festival Como Città della Musica, promosso dal Teatro Sociale di Como-AsLiCo. Dopo aver sostenuto per diversi anni il Progetto 200.Com, per passare poi alla danza I canti della seta, e l’anno scorso il formidabile gruppo di violoncellisti 100 Cellos, la Famiglia Comasca sceglie quest’anno la grande musica italiana: Uomini in Frac. La Famiglia Comasca regalerà alla città 30 biglietti per assistere al concerto in Arena venerdì 12 luglio alle ore 21.30. I biglietti saranno distribuiti alla biglietteria del Teatro a partire da martedì 2 luglio alle ore 10. Sarà possibile ritirare solo 2 biglietti a testa fino ad esaurimento posti.

 

Ci si chiede: cos’è il jazz? Un tema, una serie di improvvisazioni soliste, poi ancora il tema? Ci si chiede: cos’è un classico? Un immutabile brano, irrimediabilmente figlio del suo tempo, scolpito per sempre a chiare note nella storia e nella memoria di tutti? Si possono mescolare classicità e jazz, cristallizzazione eterna della forma e improvvisazione? Qualche tempo fa Furio Di Castri e altri noti jazzmen (Bollani, Petrella, Negri), assieme al meglio del rock italiano (Ferretti, Servillo, Canali, Maroccolo…), hanno deciso che classicità e jazz potevano essere un bell’esempio di coppia mista; hanno tirato fuori dalle loro discoteche un “classico” del rock da loro amato (Frank Zappa), lo hanno ben metabolizzato e ripresentato al pubblico alla loro maniera: nasce Zapping. Tutti entusiasti, musicisti e pubblico. Aperta una strada, perché non osare di più?

Ecco Modugno e il jazz. Modugno è un monumento della canzone italiana, il suo urlo a braccia aperte “volare” proietta l’Italia dentro il boom economico, dentro la modernità e nel mondo, rivoluziona la canzone, da allora in avanti non più figlia solo del “belcanto”; Modugno trasforma le melodie e il linguaggio, ma resta saldamente radicato nella tradizione popolare, ha un cuore antico e un linguaggio nuovo, se ne infischia delle mode, è un classico. Ma, si diceva, il jazz non ha paura dei classici; le sue modificazioni e trasformazioni di un repertorio vengono dalla conoscenza, dalla riflessione, dall’empatia: la poesia, il gioco, il paradosso dell’interpretazione jazz sono il risultato di una frequentazione affettuosa, non un tradimento. Non si può chiedere al jazz di essere filologico, di mantenere una distanza snob dall’originale. Che del resto qui non potrebbe esistere, visto l’elenco degli Uomini in frac: un cantante che più “teatrale” non si può, Servillo. Di Castri che invita a seguire le piste inesplorate del continente Modugno, i colori esotici, gli echi delle bande, gli accenti folk; la tromba raffinata e potente di Fabrizio Bosso; le ance di Girotto, tra melodia e Sud America; il pianoforte di Rita Marcotulli, intenso indagatore dei meandri melodici e armonici del repertorio italiano; la ritmica ricca e up-to-date di Barbieri. Pasqualino marajà si mischia con l’Art Ensemble of Chicago; ‘Lu minatori con Duke Ellington; Vecchio frac con Leonard Coen… Che dire di più? Gli Uomini in frac presentano il loro Modugno.

Uomini in frac present their vision of Domenico Modugno. An exceptional ensemble, of leading exponents of Italian jazz, performs with the intention of merging a jazz soul with the songs of Domenico Modugno, “national heritage, a man with an ancient heart and with a new language, firmly set in the popular tradition", by arranging timeless passages in a new way: poetry, emotions, memories, the folk vein, will remain untouched. A winning and successful formula, able to take the audience by the hand and create a world of sounds, where moments of free jazz merge and resolve in the famous melodies of the artist from Polignano, who, for in the last century, has been an important part of the Italian social story.

DURATA: 90 min. Atto unico

 

N.B. SPOSTAMENTO IN TEATRO:

In caso di condizioni atmosferiche avverse, gli spettacoli all’aperto potranno avere luogo la sera stessa al Teatro Sociale di Como senza allestimenti scenici. Ogni settore dell’Arena corrisponde a un settore del Teatro: chi ha acquistato un biglietto nella I AREA (= I prezzo) troverà posto in platea/palchi; chi ha acquistato un biglietto nella II AREA (= II prezzo) troverà posto nelle gallerie. In caso di tempo incerto, la comunicazione al pubblico sul luogo di svolgimento dello spettacolo (Arena o Teatro) verrà data entro le ore 19 via mail per chi acquista online e telefonicamente per chi acquista in biglietteria, oltre che mediante la pubblicazione sui social network (facebook, twitter, Instagram), siti web e l’affissione di comunicazioni in biglietteria.

Date e Prezzi

Venerdì, 12 Luglio 2019

ore 21:30

Biglietti a partire da:
da 17 €

In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà in Teatro dove la I AREA corrisponderà a platea/palchi, la II AREA alle gallerie. Per la III AREA e i posti in piedi sarà previsto il rimborso.

Gallery

Cast

Voce / Voice                          Peppe Servillo

Sax                                        Javier Girotto

Tromba / Trumpet                  Fabrizio Bosso

Contrabbasso / Double bass    Furio Di Castri

Pianoforte / Piano                   Rita Marcotulli

Batteria / Drums                     Mattia Barbieri



Non perdere nemmeno un appuntamento del
Teatro Sociale di Como!

Per restare sempre aggiornato su tutte le novità e per poterci inviare richieste su spettacoli e biglietti, iscriviti a 'FiloDiretto'