Giugno

02

Gio

03

Mer

04

Gio

05

Ven

06

Sab

07

Dom

08

Lun

09

Mar

10

Mer

11

Gio

12

Ven

13

Sab

14

Dom

15

Lun

16

Mar

17

Mer

18

Gio

19

Ven

20

Sab

21

Dom

22

Lun

23

Mar

24

Mer

25

Gio

26

Ven

27

Sab

28

Dom

29

Lun

30

Mar

Luglio

01

Mer

02

Gio

03

Ven

04

Sab

05

Dom

06

Lun

07

Mar

08

Mer

09

Gio

10

Ven

11

Sab

12

Dom

13

Lun

14

Mar

15

Mer

16

Gio

17

Ven

18

Sab

19

Dom

20

Lun

21

Mar

22

Mer

23

Gio

24

Ven

25

Sab

26

Dom

27

Lun

28

Mar

29

Mer

30

Gio

31

Ven

Agosto

01

Sab

02

Dom

Presentazione del libro di Giuseppe Guin

Giovedì 14 Novembre

ore 18:30

Acquista i biglietti

Info

Giovedì 14 novembre, ore 18.30 - Foyer del Teatro Sociale di Como


Prima presentazione del nuovo romanzo di Giuseppe Guin, edito da Dominioni Editore.

insieme a lui Davide Van De Sfroos e letture a cura di Laura Negretti.


Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.


DESCRIZIONE:

Mano di donna è un romanzo ambientato sulle sponde del Lago di Como. Negli anni ’50, chi abitava a Pognana e nei paesi lungo la costa del Lago di Como conosceva le scorribande del “Bandito”: vita sfrenata e giornate sregolate. Caccia, pesca e donne: queste erano le sue tre ossessioni. Tutti erano convinti che prima o poi avrebbe fatto una brutta fine. Infatti successe così. In tanti lo volevano morto, ma chi lo uccise? Una mano di donna, maresciallo! A uccidere il Bandito è stata sicuramente una mano di donna!...
Delitto d’amore sul Lago di Como: Giuseppe Guin torna alle atmosfere di lago e ai suoi personaggi più verii!

"...il Bandito che ha tre passioni, la caccia, la pesca e le donne. La Rosy, che in teoria è la moglie del Peppo, ma di fatto è l’amante del Bandito, la Betta, che è la zia di Marta, ma pure lei fa l’amante del Bandito. Quel ciccione di un sindaco Luzzani che ha più paure in corpo che idee chiare in testa. Il maresciallo Ettore Alberti che indaga su un morto ammazzato, ma non ne imbrocca mai una. L’Anna Spurtina, che fa la chiromante, ma sa solo spettegolare con la Lina del Murnée. L’Elvio Ciccia che di mestiere fa il becchino, ma si dimentica l’arma del delitto nella bara del morto. L’Ambrosini pellicciaio che veste le contesse e nemmeno se ne accorge. E la maestra Bice, detta Catìva. E il Virginio Rutamàt, che fa l’antiquario, ma soprattutto il contrabbandiere. E poi anche il Piero e la Sandra, che sono invece una coppia dai sani principi: lui vino rosso in tavola tutte le sere, lei acqua santa in fronte tutte le mattine..."

Date e Prezzi

Non perdere nemmeno un appuntamento del
Teatro Sociale di Como!

Per restare sempre aggiornato su tutte le novità e per poterci inviare richieste su spettacoli e biglietti, iscriviti a 'FiloDiretto'