Agosto

11

Gio

12

Mer

13

Gio

14

Ven

15

Sab

16

Dom

17

Lun

18

Mar

19

Mer

20

Gio

21

Ven

22

Sab

23

Dom

24

Lun

25

Mar

26

Mer

27

Gio

28

Ven

29

Sab

30

Dom

31

Lun

Settembre

01

Mar

02

Mer

03

Gio

04

Ven

05

Sab

06

Dom

07

Lun

08

Mar

09

Mer

10

Gio

11

Ven

12

Sab

13

Dom

14

Lun

15

Mar

16

Mer

17

Gio

18

Ven

19

Sab

20

Dom

21

Lun

22

Mar

23

Mer

24

Gio

25

Ven

26

Sab

27

Dom

Fuori Stagione

Angelo Pintus. Destinati all'estinzione

ore 21:00

Info

28

Lun

Fuori Stagione

Angelo Pintus. Destinati all'estinzione

ore 21:00

Info

29

Mar

30

Mer

Fuori Stagione

Virginia Raffaele

ore 21:00

Info

Ottobre

01

Gio

02

Ven

03

Sab

04

Dom

05

Lun

06

Mar

07

Mer

08

Gio

09

Ven

10

Sab

11

Dom

Don Chisciotte

14 - 15 gennaio, ore 20.30

Martedì 14 Gennaio

ore 20:30

Mercoledì 15 Gennaio

ore 20:30

Acquista i biglietti

Info

TEATRO SOCIALE                                                                         

martedì, 14 gennaio – ore 20.30 turno A

mercoledì, 15 gennaio – ore 20.30 turno B

DON CHISCIOTTE

liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra


Adattamento               Francesco Niccolini
Drammaturgia             Roberto Aldorasi, Alessio Boni, Marcello Prayer e Francesco Niccolin


Regia                          Alessio Boni, Roberto Aldorasi, Marcello Prayer

 

Scene                          Massimo Troncanetti
Costumi                       Francesco Esposito
Luci                             Davide Scognamiglio
Musiche                       Francesco Forni

Produzione                   Nuovo Teatro

 

Lo spettacolo ha la forza di prendere lo spettatore per mano e di portarlo in una Mancia ideale, dove Don Chisciotte e il suo fido scudiero consumano le loro vicende in nome della bellissima Dulcinea. Il capolavoro di Cervantes diventa in questo modo una cavalcata poetica nell’animo di ciascuno, un luogo protetto circondato da un tempo pragmatico, disincantato, privo di slanci come è il nostro.

Il Don Chisciotte di Alessio Boni è un racconto sulla lucida follia, che a volte consente di compiere atti eroici, e che ci insegna un principio fondamentale: restare fedeli ai sogni, non mollare, non gettare mai la spugna. Insieme ad altri cinque attori, Boni, reduce dal successo della fortunatissima fiction di RAI 1 La compagnia del cigno, avrà al suo fianco, nei panni del fido scudiero Sancho Panza, una sorprendente Serra Yilmaz, attrice prediletta dal regista di origine turca Ferzan Ozpeteck.

 

Chi è pazzo? Chi è normale?

Forse chi vive nella sua lucida follia riesce ancora a compiere atti eroici. Di più: forse ci vuole una qualche forma di follia, ancor più che il coraggio, per compiere atti eroici. La lucida follia è quella che ti permette di sospendere, per un eterno istante, il senso del limite: quel “so che dobbiamo morire” che spoglia di senso il quotidiano umano, ma che solo ci rende umani. L'animale non sa che dovrà morire: in ogni istante è o vita o morte. L'uomo lo sa ed è, in ogni istante, vita e morte insieme. Emblematico in questo è Amleto, coevo di Don Chisciotte, che si chiede: chi vorrebbe faticare, soffrire, lavorare indegnamente, assistere all’insolenza dei potenti, alle premiazioni degli indegni sui meritevoli, se tanto la fine è morire?

Don Chisciotte va oltre: trascende questa consapevolezza e combatte per un ideale etico, eroico. Un ideale che arricchisce di valore ogni gesto quotidiano. E che, involontariamente, l'ha reso immortale. È forse folle tutto ciò? È meglio vivere a testa bassa, inseriti in un contesto che ci precede e ci forma, in una rete di regole pre-determinate che, a loro volta, ci determinano? Gli uomini che, nel corso dei secoli, hanno osato svincolarsi da questa rete - avvalendosi del sogno, della fantasia, dell'immaginazione - sono stati spesso considerati “pazzi”. Salvo poi venir riabilitati dalla Storia stessa. Dopotutto, sono proprio coloro che sono folli abbastanza da credere nella loro visione del mondo, da andare controcorrente, da ribaltare il tavolo, che meritano di essere ricordati in eterno: tra gli altri, Galileo, Leonardo, Mozart, Che Guevara, Mandela, Madre Teresa, Steve Jobs e, perchè no, Don Chisciotte.

Alessio Boni

 

Prosa

 

Date e Prezzi

Gallery

Cast

con     Alessio Boni e Serra Yilmaz
e con  Marcello Prayer, Francesco Meoni, Pietro Faiella, Liliana Massari, Elena Nico

Non perdere nemmeno un appuntamento del
Teatro Sociale di Como!

Per restare sempre aggiornato su tutte le novità e per poterci inviare richieste su spettacoli e biglietti, iscriviti a 'FiloDiretto'